Database di Ostetricia e Ginecologia Refertazione Completa, Chiara ed Immediata Sincronizzazione con Dispositivi Mobili Acquisizione Fotogrammi e Dati Biometrici da Ecografi

Ecogyn è un software che può essere utilizzato in vari ambiti

STUDIO MEDICO PRIVATO

E' l' ambiente operativo più comune poichè il software è in grado di seguire tutto l'iter della paziente, dalla prima visita con inserimento dati anagrafici ed anamnestici, alla refertazione delle varie visite e prestazioni, con produzione di documenti fiscali, ricette, prescrizioni e comunicazioni varie.

L'IMPORTANZA DI MONITORARE LA GRAVIDANZA E LA SALUTE DELLA PAZIENTE

Monitorare la salute del feto e quindi l'andamento della gravidanza è fondamentale per conoscere in tempo reale la salute del bambino e verificare la sussistenza di eventuali anomalie, attuando quindi terapie specifiche in tempi rapidi.

L'avere sempre a portata di mano il referto attuale e quelli precedenti, corredati di immagini, consente una rapida analisi sull'evolversi della gestazione tenendo sempre sott'occhio i valori biometrici e vitali del feto.

L'IMPORTANZA DEL REFERTO SCRITTO

A carico dell’ecografista viene di solito attribuito un errore o di tipo diagnostico nella interpretazione e nell’elaborazione dei dati obiettivi percepiti, oppure, in altri casi, un errore per incompletezza ed imprecisione nella stesura del referto o per mancata trasmissione dei dati alla paziente.
Il referto ecografico ha perciò in ogni caso una valenza fondamentale nel contenzioso medico-legale come possibile prova di un’errata condotta dell’ecografista e come oggetto della valutazione del consulente e del giudice.
Il referto costituisce, in quanto comunicazione dei dati rilevanti dell’ecografia, l’espressione finale dell’atto ecografico, rivolto al paziente al quale deve essere trasmesso come parte integrante della prestazione dovuta.
Rientra in tal senso nell’attività certificativa del medico e, come tale, deve soddisfare precisi requisiti formali quali:

  • una scrittura indelebile che contenga l’attestazione della verità,
  • l’autore che risulti dalla sottoscrizione dell’atto, con le generalità e la qualifica,
  • la data dalla quale risulti il tempo ed il luogo in cui il certificato e stato compilato.

 

Una volta fatta questa premessa possiamo vedere quali dovrebbero essere i requisiti specifici del referto ecografico o meglio quale sarebbe l’optimum a cui tendere per fare in modo che la refertazione ecografica risponda a determinate caratteristiche che la renderanno ottimale e più facilmente valutabile anche a posteriori:

  1. dovrebbe essere facilmente intelligibile, preferibilmente dattiloscritta, computerizzata o eseguita su una griglia predisposta dove sia sufficiente sbarrare frasi prestampate e dove la parte da scrivere a mano sia limitata al minimo e dovrebbe contenere sempre le generalità della paziente, la data e la firma riconoscibile del medico ecografista;
  2. dovrebbe essere chiaramente indicata la metodica utilizzata soprattutto quando si tratta di metodiche particolari quali l’ecografia transvaginale o l’esame doppler;
  3. sarebbe poi necessaria l’archiviazione dei dati di ogni esame in modo che questi siano facilmente accessibili;
  4. è inoltre necessaria, per i casi di patologia, la documentazione iconografica (che può essere sotto forma di fotografia, videotape, dischetto di computer); è stato anche proposto di archiviare almeno un’immagine rappresentativa anche nei casi fisiologici, ma essendo l’ecografia ostetrica interpretabile prevalentemente in tempo reale, la cosa risulta difficilmente realizzabile; è opportuno semmai, nel caso vengano consegnate immagini alla paziente, segnalarne il numero nel referto.

Ma ciò che ci interessa maggiormente è quando un errore diagnostico configura una colpa. Un errore nella diagnosi ecografica, infatti, non sempre configura un’ipotesi di colpa professionale, ma può rientrare nell’aria di incertezza e di rischio che è insita in ogni attività medica e che può ricondursi all’estrema variabilità delle situazioni di indagine e di rilievo che difficilmente consente valutazioni uniformemente oggettive.
Ciò è particolarmente evidente per quello che riguarda l’ecografia ostetrica. Il confine fra comportamento diligente e no, è assai sfumato. Perciò in tutto il mondo le Società Scientifiche dei vari paesi si sono premunite stilando delle linee guida che stabiliscono dei criteri standard per eseguire diligentemente un’ecografia ostetrica.
Anche la SIEOG ha recentemente prodotto un documento che fa riferimento specificatamente alle ecografie eseguite di routine in gravidanze non a rischio ed ha, infine, preparato dei modelli standard per la refertazione cartacea.

Ecogyn risponde perfettamente a questi criteri e permette all'ecografista di vivere tranquillamente!

(fonte: http://digilander.libero.it/ecografia/linee_guida_sieog/referto.htm)

ESEMPIO DI CONFIGURAZIONE IN STUDIO PRIVATO

PRESIDIO OSPEDALIERO

Il software Ecogyn può anche essere utilizzato in ospedale consentendo, oltre alle sue innumerevoli funzioni, anche un'integrazione con i sistemi di gestione preesistenti (CUP, HL7, calcolo DRG, ecc.)

 

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Thursday the 17th. Ecogyn è un prodotto di Emmeci Sistemi Informatici di Marciano Ciro - P.IVA 05883960725.